cos'è rimuseum Piani di Cominicazione

Piano di Comunicazione Rimuseum – Museo dell’ambiente 2015 - 2016

Il Piano di Comunicazione rappresenta lo strumento di programmazione della campagna di  sensibilizzazione, informazione e formazione del Rimuseum per il biennio 2015 – 2016.

Gli elementi fondamentali del piano di comunicazione hanno come base le seguenti considerazioni:

  1. Il Rimuseum ha target di pubblico molto differenziato, studenti di diverso ordine e grado, studenti universitari, docenti, personale di enti locali, famiglie,  bambini disagiati e extracomunitari, ecc.;
  2. Di conseguenza ha la necessità di creare strumenti di comunicazione adeguati e di avere personale specializzato;
  3. Tutti gli strumenti che saranno utilizzati dovranno contribuire alla creazione di un impianto di comunicazione valido ed integrato.

 

Il piano è articolato in obiettivi, ogni obiettivo individua le strategie e le attività da intraprendere per il suo raggiungimento.

In sintesi l’obiettivo generale del Piano di comunicazione è valorizzare e promuovere il Rimuseum, quindi assicurare le migliori condizioni di utilizzazione e di fruizione da parte del pubblico della struttura stessa. Priorità assoluta del piano di comunicazione sono il miglioramento dell’immagine univoca e coordinata del Rimuseum per tutti i canali di comunicazione e l’indagine conoscitiva del pubblico di riferimento. Quest’ultimo rappresenta un dato essenziale per capire come tarare al meglio i servizi ai visitatori e capire come incrementare l’utenza del Rimuseum.

L’indagine dovrà consentire una analisi sia qualitativa sia quantitativa dell’utenza e al tempo stesso potrà consentire di formare servizi di mailing list in modo da informare e fidelizzare il pubblico.

Un requisito minimo del piano di comunicazione è l’aggiornamento della Carta dei servizi del Rimuseum, alla luce di tre anni di attività e di una riflessione sull’identità del Rimuseum, sulla sua struttura, sul ruolo nel territorio e sui servizi che offre.

Un ruolo molto importante, nel piano di comunicazione, lo rivestono le pubbliche relazioni, che per molti versi consentono di raggiungere risultati maggiori di campagne di comunicazione tradizionali, riuscendo a contenere i costi.

L’attività di pubbliche relazioni ha come obiettivo la corretta, continua e coerente comunicazione tra la struttura e la sua utenza. Affinché questo avvenga è necessaria la presenza nella struttura di personale interno che abbia questa specifica formazione ed infatti il piano di comunicazione nell’obiettivo inerente la valorizzazione delle risorse umane prevede la possibilità di realizzare  appositi percorsi formativi.

Il Piano prevede una comunicazione su più livelli e per target distinti, utilizzando sia i canali tradizionali sia canali social e nuove tecnologie. Il web e la multimedialità consentono la rapida informazione sulla attività del Rimuseum. Il Piano prevede il potenziamento e l’implementazione dei media sociali (pagina Facebook, account Twitter, profilo google+, ecc.) ed inoltre la stretta interazione con gli strumenti di comunicazione social di ateneo, nonché una forte collaborazione con Unical Channel e Ponteradio.

Al fine di valorizzare  e potenziare l’offerta culturale ed i servizi offerti dal Rimuseum, nel piano di comunicazione rivestono una notevole importanza le partnership e le collaborazioni a diversi livelli, con le istituzioni scolastiche e gli enti locali, in primis Comuni e Provincia.

 

OBIETTIVO

Organizzare ed assicurare il coordinamento delle fonti d’informazione e facilitare l’approccio dei cittadini al Rimuseum per garantire una migliore informazione e comunicazione delle attività che la struttura offre.

 

STRATEGIE

 

  • Miglioramento dell’informazione al cittadino per garantire la massima informazione sull’organizzazione del Rimuseum e la sua offerta didattica e formativa, rafforzare il dialogo con gli enti locali, le istituzioni scolastiche, la stessa Università,  le associazioni, le imprese, ecc.;
  • ottimizzazione e potenziamento dell’uso dei canali d’interazione utilizzati per la comunicazione interna (messaggero d’ateneo, Mercurio), per facilitare ed accelerare il flusso delle informazioni;
  • miglioramento della comunicazione esterna attraverso il potenziamento della qualità e della quantità dei servizi on-line, in particolare del sito web istituzionale (sistema di prenotazione on line, schede e tutorial per i laboratori, ecc.);
  • miglioramento della comunicazione attraverso un sistema integrato (sportello informativo fisico e virtuale) per il pubblico;
  • analisi, monitoraggio e valutazione dei target di riferimento e dei fabbisogni dell’utenza attraverso la sistematizzazione dei dati, indagini statistiche e qualitative.

 

 

ATTIVITÀ

 

  • Creazione di una immagine univoca e coordinata del Rimuseum in base ai regolamenti e linee guida di ateneo
  • Analisi dei diversi target di riferimento (scuole presenti sul territorio, enti locali, associazioni)
  • Attivazione di uno sportello per il pubblico (URP)
  • Realizzazione Newsletter
  • Miglioramento e potenziamento sito web:
    • Ottimizzazione del sistema di prenotazione visite on line;
    • Aggiornamento ed inserimento di tutta l’offerta educativa del Rimuseum;
    • Elaborazione di schede descrittive dei laboratori di recupero e riciclo creativo;
    • Realizzazione di video/sequenze fotografiche, tipo tutorial,  dei laboratori di recupero e riciclo creativo;
  • Miglioramento della Carta dei servizi
  • Potenziamento ed attivazione di strumenti di comunicazione social
  • Integrazione con gli strumenti di comunicazione social dell’Ateneo
    • Pagina facebook
    • Canale YouTube
    • Unical Channel
    • Ponteradio
  • Comunicazione e continuo contatto con Ufficio stampa dell’Unical
  • Inserimento del Rimuseum nei pacchetti turistici e nei viaggi di istruzione organizzati da tour operator specializzati nel turismo scolastico
  • Inserimento di una pagina descrittiva del Rimuseum nelle guide didattiche e turistiche destinate alle scuole
  • Predisposizione di mailing list (scuole delle regioni Calabria, Basilicata, Puglia e Sicilia), associazioni, enti locali necessarie a veicolare le informazioni sulle attività del Rimuseum
  • Predisposizione di un questionario per l’elaborazione di statistiche sulla customer satisfaction

 

OBIETTIVO

Valorizzazione del patrimonio espositivo del Rimuseum, attraverso attività di comunicazione integrata riguardante gli eventi ed i servizi culturali organizzati

 

STRATEGIE

  • Organizzazione di eventi in occasione delle più importanti settimane e giornate tematiche a livello nazionale ed internazionale
  • partecipazione a manifestazioni fieristiche presenti sul territorio nazionale
  • realizzazione di mostre tematiche e convegni
  • ottimizzazione dell’uso dei media per la promozione delle attività svolte;
  • sinergie operative con le associazioni rappresentative degli Enti locali;

 

ATTIVITÀ

  • Realizzazione della terza edizione della settimana tematica “L’ambiente ha un senso”
  • Mostra Insetti e farfalle,
  • Studio e realizzazione di itinerari tematici nuovi partendo dagli allestimenti presenti nel Rimuseum, dedicati ai RAEE, al loro valore economico ed ai processi di riciclo
  • Studio e realizzazione di unità didattiche per le scuole dedicate ai consumi sostenibili ed allo spreco alimentale
  • Realizzazione di giornate tematiche dedicate alle scuole ed alle famiglie legate ai temi di EXPO 2015
  • Realizzazione di convegni e seminari scientifici dedicate alle scuole secondarie di secondo grado ed associazioni
  • Partecipazione alla Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti
  • Partecipazione alla Settimana della  Diffusione scientifica e Tecnologica
  • Miglioramento dell’accessibilità museale per portatori di disabilità
  • Riedizione della guida informativa digitale del Rimuseum
  • Predisposizione di materiale informativo e pubblicitario in formato digitale relativo agli eventi da realizzare


OBIETTIVO

Sviluppare l’Educazione all’ambiente ed alla sostenibilità. Favorire la diffusione della cultura ambientale con iniziative e piani educativi dedicati ad ogni tipo di pubblico, con particolare riguardo alle scuole, per consolidare il senso di appartenenza al territorio.

 

STRATEGIE

 

  • Rafforzare i rapporti con le scuole attraverso progetti di educazione alla sostenibilità e sui temi della salvaguardia, tutela, conservazione, e fruizione dell’ambiente
  • offrire al pubblico percorsi diversificati di apprendimento e proposte didattiche, di informazione
  • scientifica e divulgativa, sui temi dell’ambiente, del corretto ciclo di gestione dei rifiuti, dei consumi sostenibili e tutela delle risorse;
  • elaborare e promuovere materiali didattici inerenti le tematiche delle esposizioni presenti nel Rimuseum
  • sostenere e rafforzare i rapporti con le Istituzioni, le Associazioni e il territorio per la progettazione di iniziative educative, attività didattiche e concorsi a tema;
  • favorire la comunicazione delle attività dei servizi educativi statali con piani di informazione integrati.

 

 

ATTIVITÀ

 

  • Favorire la partecipazione delle scuole al programma internazionale Ecoschools della Foundation of Environmental Education
  • Favorire la partecipazione delle scuole al Concorso LitterLESS ed alle campagne nazionali promosse dalle associazioni ambientaliste
  • Realizzazione della campagna educativa “Riusa, ricicla … risparmia” dedicata alle scuole dell’infanzia e primarie
  • Realizzazione di laboratori di recupero creativo e riciclo in collaborazione con le associazioni che si occupano di bambini svantaggiati e di integrazione interculturale
  • Realizzazione di laboratori di recupero creativo e riciclo per i cittadini in genere
  • Promuovere e comunicare la cultura d’ambiente ai giovani attraverso una didattica divulgativa ed il  concorso a tema “Riduci la tua impronta ecologica”

 

 

OBIETTIVO

Valorizzazione delle risorse umane attraverso percorsi formativi. In particolare, la riqualificazione del personale dovrà essere rivolta ai temi della comunicazione, accoglienza e gestione gruppi, sviluppo sostenibile e ciclo di gestione dei rifiuti.

 

STRATEGIE

 

  • Fornire adeguati strumenti di lavoro al personale;
  • Valorizzare le risorse umane attraverso percorsi formativi per una migliore e più efficace comunicazione interna ed esterna, facilitando lo scambio di best practices per i servizi forniti al cittadino,
  • favorire il consolidarsi di una nuova cultura gestionale improntata al risultato, attraverso l’accrescimento e l’aggiornamento professionale sui temi trattati negli allestimenti del Rimuseum,  un migliore utilizzo delle tecnologie informatiche, della rete, della comunicazione.

 

 

ATTIVITÀ

 

  • Formazione per accoglienza al pubblico e gestione dei gruppi
  • Percorsi formativi per un uso corretto degli strumenti di comunicazione tradizionale e sui social network, pubbliche relazioni e contatti con l’esterno
  • Corso di formazione si temi della gestione corretta dei rifiuti e sulla sostenibilità.